Ryder Cup 2018 Paris | Americani più forti?

Molti danno per favorito il team che viene da oltre oceano. Americani più forti? E’ davvero così?

 

 

Nelle gare in coppia favoriti gli europei…

Sicuramente, per avere qualche indicazione in più per prevedere chi potrebbe vincere questa 42° Ryder Cup di Francia, possiamo analizzare attentamente le statistiche dei vari giocatori. Bisogna però considerare anche che la Ryder è un torneo a squadre e soprattutto nelle prime 2 giornate di gara il contesto è caratterizzato da un gioco a coppie! Qui, ciò che conta maggiormente, è l’empatia tra i giocatori e quanto riescono reciprocamente ad esaltare la loro propensione positiva al risultato e le caratteristiche tecniche individuali mettendole al servizio del team! Un esempio eclatante è sicuramente rappresentato dalla coppia Molinari e Fleetwood (rispettivamente 5° e 12° al mondo) che si è esaltata sia contro la coppia formata da Tiger Woods e Reed (15° e 13°), sia contro quella composta da Thomas e Spieth (4° e 10° in OWGR). Se ci pensi bene, solo Francesco ha vinto 1 Major, tra l’altro di recente. Mentre, sempre a livello Major: Woods 14, Spieth 2, Thomas 1, Reed 1, oltre a tantissimi altri trofei importanti.

Nei match singoli?

Per quello che abbiamo visto nella prima giornata di gara, nelle gare in coppia sembrerebbero avvantaggiati gli europei, dipenderà molto comunque dagli accoppiamenti che il capitano Thomas Bjorn deciderà di presentare alle partenze. Infatti Molinari nelle prime due edizioni di Ryder aveva ottenuto 0 vittorie, 4 sconfitte e 2 pareggi. Oggi comunque è sicuramente un giocatore più forte e solido rispetto al passato. Anche nei match singoli saranno fondamentali gli accoppiamenti perché gli Stati Uniti schierano 6 giocatori del team che sono attualmente tra la 1° e la 10° posizione del ranking mondiale, l’Europa invece solo 4. Tra la posizione numero 11 e la 20 il team americano ha 4 giocatori mentre il team europeo ne ha 3. Gli USA hanno poi Tiger Woods 21° e Dechambeau 25° in OWGR. Gli europei hanno Stenson 24°, Hatton 26°, Garcia 28° ed Olesen 44°. Se conosci bene il golf mi dirai sicuramente che non vuol dire nulla perché almeno nelle prime 30 posizioni al mondo ci sono sempre i giocatori più forti che più o meno si equivalgono. Ti do ragione. Tieni conto però che la classifica OWGR è quella che meglio rispecchia il momento di forma dei giocatori in un preciso momento e quindi bisogna tenerne conto…

L’esperienza quanto vale?

Ecco, appunto, oltre alla forma fisica e psicologica del momento c’è poi anche il discorso legato all’attitudine a vincere e a competere nei tornei più importanti! Nell’ultima giornata, quando ci sono i match singoli, i giocatori europei devono solitamente farsi un carico “doppio” di grinta e prendere tutta l’energia possibile dal pubblico per poter prevalere sulla grande esperienza ed attitudine alla vittoria dei loro colleghi professionisti americani. Qui di seguito ti lascio a confronto la somma dei trofei vinti in singolo dai vari giocatori che vanno a comporre “idealmente” la bacheca delle coppe del team EUROPA e del team USA:

 

TEAM EUROPA:

8  Major

129 altri trofei tra PGA ed European Tour (esclusi i Major)

 

TEAM USA:

31  Major

182 altri trofei tra PGA ed European Tour (esclusi i Major)

 

Qui di seguito invece ti  lascio il livello di esperienze e vittorie globali (somma dei risultati dei singoli giocatori) in Ryder Cup:

TEAM EUROPA:     61 vittorie, 23 pareggi e 40 sconfitte     su 29 partecipazioni

TEAM USA:     57 vittorie, 20 pareggi e 62 sconfitte     su 34 partecipazioni

 

Buoni spunti di riflessione e buon proseguimento di Ryder Cup!

 

Foto: Pixabay e Golf Revolution

Fonte per le statistiche aggiornate al 17 settembre 2018:  Golf&Turismo

Comments

mood_bad
  • No comments yet.
  • chat
    Add a comment
    Translate »