Ryder Cup 2018 Paris | Esito della prima giornata

WOW! E’ stata davvero emozionante, quando l’esito della prima giornata sembrava ormai scontato, ecco il miracolo europeo!

Un inizio incoraggiante nel FOURBALL:

Il clima alla partenza, alle 8.00 del mattino era già bello caldo nonostante il vento gelido di Parigi. Moltissimi tifosi erano già presenti sugli spalti ed hanno iniziato ad incitare e dare forza al team europeo. Ed inizialmente, spinti dalla loro grande tifoseria, i giocatori europei avevano indirizzato i loro vari match nel migliore dei modi. Rose e Rahm rimanevano tra il +2 ed il +1 sugli avversari, McIlroy ed Olesen non riuscivano a brillare ma mantenevano comunque in parità il loro match ed erano riusciti ad agguantare il vantaggio del +1 alla buca 8. Molinari e Fleetwood alternavano tra il vantaggio di +1 ed il match in parità. L’unico match che sembrava veramente indirizzato verso il team USA era quello di Casey ed Hatton con un -3 per il team europeo. Ecco, tutto questo è accaduto entro le 10.00 del mattino… Poi, il sole, deve aver sciolto il ghiaccio dalle mani degli americani…

Il disastro dopo le 10.00 del mattino:

Da quel momento, infatti, Johnson e Fowler iniziano davvero a giocare e dalla buca 9 in avanti incominciano a produrre ottimi approcci e putt che li porteranno al +4 finale con vittoria decisiva alla buca 16. McIlroy non è stato in grado di aiutare il debuttante Olesen e neppure se stesso. Rose e Rahm hanno cercato di resistere in ogni modo al ritorno della coppia Koepka-Finau ma neppure lo stupefacente approccio di Rose alla 12 è riuscito ad impedire la sconfitta all’ultima buca per +1 per gli USA. Casey ha fatto di tutto per ribaltare il match, contro Spieth e Thomas, trascinandosi il debuttante Hatton ma hanno pagato con l’inesperienza la decisione sull’ultimo putt che ha regalato il +1 agli USA. Davvero affiatata invece si è dimostrata la coppia Molinari-Fleetwood che è riuscita anche ad infiammare il pubblico con il proprio gioco. Straordinaria la forma sui putt dell’inglese! Insieme hanno portato a casa l’unico punto per l’Europa! Troppo poco…

Le scelte coraggiose per i  FOURSOME:

Dopo questa brutta partenza Thomas Bjorn decide di sparigliare le carte e, con grande coraggio, propone degli accoppiamenti che suscitano qualche smorfia di disappunto negli addetti ai lavori (cronisti esperti di golf)… La verità però è che avrà ragione lui e le sue scelte particolari verranno premiate ampiamente! Stenson e Rose, nel loro match, dalla 5° buca in poi diventano inarrestabili. Poulter, in coppia con McIlroy, subisce inizialmente la coppia Simpson-Watson ma dalla buca 6 i due europei iniziano a volare (merito soprattutto degli stimoli di Poulter verso il nord irlandese) giocando un golf fantastico! Molinari e Fleetwood riprendono da dove avevano lasciato e buca dopo buca incrementano il vantaggio su Thomas e Spieth. Il match che veramente non ha mai avuto storia sin dall’inizio è sicuramente stato quello di Garcia e Noren contro Mickelson e Dechambeau. Mickelson avrebbe dovuto aiutare maggiormente il suo compagno debuttante ed invece ha avuto quasi lo stesso atteggiamento passivo di McIlroy nel match del mattino.

Il miracolo nei FOURSOME del pomeriggio:

Johnson e Fowler sono stati praticamente maltrattati dal duo formato da Stenson e Rose, sicuramente Johnson ha fatto di tutto per mettere in difficoltà il suo compagno andando quasi sempre nel rough e non riuscendo mai a chiudere i putt decisivi. Da parte sua Fowler è stato davvero sfortunato sui putt. Watson e Simpson sono riusciti ad arginare Poulter e McIlroy fino ad un certo punto ma, anche per loro, la sfortuna su determinati putt o colpi è stata decisiva. Hanno dato battaglia fino alla buca 11 ma poi si sono dovuti arrendere al miglior momento sportivo della coppia europea. Come detto, Mickelson è stato disastroso ma gran parte del merito del successo europeo è stata la forma straordinaria di Noren e di come Garcia (il veterano) è riuscito a supportare al meglio il suo compagno debuttante. Spieth e Thomas sono stati davvero sfortunati perchè hanno provato a lottare in tutti i modi ma contro la cattiva sorte è davvero difficile spuntarla. Troppi putt decisivi mancati per un soffio e che a Molinari e Fleetwood invece sono entrati…

 

Le emozioni di giornata:

Questa prima giornata ci ha regalato davvero grandi emozioni e su tutte saranno sempre da ricordare soprattutto queste:

  • il fantastico approccio messo direttamente in buca da Justin Rose alla buca 12 giocata la mattina
  • il putt decisivo di Molinari da circa 6 metri che chiude definitivamente le speranze di rimonta a Woods e Reed nel match del mattino
  • i putt spettacolari messi a segno da Fleetwood da distanze tra i 5 ed i 10 mt in tutta la giornata
  • l’incredibile colpo di recupero di McIlroy dall’ostacolo d’acqua concluso poi da Poulter con un meraviglioso putt da 10 mt alla buca 13

Dopo il 3 a 1 subito nella mattinata la squadra europea è riuscita ad ottenere un importantissimo 4 a 0 nel pomeriggio ed ora conduce il torneo per 5 a 3! Forza Europa!

Per conoscere le partenze di sabato ti consiglio di andare sulla pagina dedicata della Ryder Cup.

Foto:  Pixabay e Golf Revolution

Comments

mood_bad
  • No comments yet.
  • chat
    Add a comment
    Translate »